home titolo
chisiamochisiamoarchivioscriverepromuovereforummateriali


Ultimo numero
Archivio di Script





search


Ottobre 2003
SCRIPT N° 32/33 - La meglio gioventù
Anno XI - Gennaio-Luglio 2003

Liberarsi di chi si vuol liberare dalla schiavitù dell’audience
Dino Audino

Insegnare cinema facendo cinema
Claudio Biondi

Quando l'insegnamento deve saper andare fuori dall'aula
Intervista a Alberto Abruzzese

La domanda e l'offerta culturale
a cura di Claudio Biondi, Intervista a Massimiliano Fasoli

Competenze di un producer di un laboratorio universitario. Il lavoro collettivo
a cura di Claudio Biondi, Intervista a Erica Monello

Organizzare secondo le risorse
a cura di Claudio Biondi, Intervista a Silvia Belleggia

CUT: ragioni e problemi di un'esperienza didattica
Enzo Papetti

Progetto università aperta
a cura di Claudio Biondi, Intervista a Domenico De Masi

La meglio gioventù
a cura di Dino Audino, Conversazione con Sandro Petraglia, Stefano Rulli

L'uso del tempo nella Meglio gioventù
Francesco Scardamaglia

Ideologia e drammaturgia. A proposito di La meglio gioventù
Giambattista Avellino

La meglio gioventù: si può innovare rischiando di perdersi il pubblico?
Dino Audino

Residence Bastoggi: come realizzare una docu-fiction
a cura di Dino Audino, Intervista a Maurizio Iannelli

Scrivere il tema
Francesco Scardamaglia

Ciò di cui vogliamo parlare. Altre considerazioni sul tema
Nicola Lusuardi

La premessa tematica come necessità drammaturgica
Lajos Egri

"Quando scopri il tuo problema allora cerca una metafora per descriverlo"
Paul Schrader

Il cinema della postmodernità
Alberto Negri

Prendimi l'anima
Intervista a Roberto Faenza, Massimo Fiocchi

Mr. Soprano's. Intervista agli sceneggiatori di I Soprano
Lou Ferrante

114 secondi per innamorarsi della famiglia Soprano
F. Favot

24, una serie originale. Intervista con i creatori della serie
Steve Young

Adaptation. Il ladro di orchidee. Le narrative della mente
David Bellini, Il Dude

Il grande sonno. Il delitto impunito
Mario Mucciarelli

Io non ho paura. Una lettura strutturale
Lucilla Mininno

La notizia, come una storia, si racconta in tre atti, ma con una variante
Maria Rosaria De Medici


mail inc