home titolo
chisiamochisiamoarchivioscriverepromuovereforummateriali


Ultimo numero
Archivio di Script









search



Inside man, come l'ho scritto
Conversazione con Russel Gewirtz

«Ho deciso di allenarmi alla scrittura da autodidatta leggendo delle
sceneggiature. Per sviluppare l’idea
in una sceneggiatura realizzabile,
ho scritto insieme scaletta e intere scene.
Se c’era, infatti, una particolare scena già pronta nella mia mente, mentre facevo la scaletta, andavo avanti e la scrivevo subito. I dialoghi mi venivano più facilmente, altre cose come le location o i punti di svolta
mi risultavano più difficili».

Non ho mai sognato di diventare uno sceneggiatore. Non ho mai letto un libro sul soggetto né frequentato nessun tipo di scuole di cinema. La mia formazione è di tipo analitico – matematica e informatica. Mi sono laureato alla Tufts University con una tesi in Scienza Informatica; poi mi sono specializzato come avvocato e più tardi ho lavorato a New York presso un’impresa a conduzione familiare di vendita al dettaglio.
All’inizio ho notato, componendo lettere commerciali che avevo talento nella scrittura. Con lettere di questo tipo devi andare direttamente al punto in maniera concisa ma coinvolgente. In breve tempo è girata voce, tra i miei amici, che ero un coinvolgente narratore di storie.
Ancora non avevo mai scritto una sceneggiatura. Quello che avevo era un contratto d’affitto conveniente su un immobile che dividevo con mio padre. Abbiamo subaffittato di nuovo l’immobile ad un inquilino che ci pagava poco o niente. Un giorno il nostro locatario ci disse che non poteva proseguire il contratto.





mail inc